Autorizzato il credito d’imposta locazioni per il 2022 settore turistico.

 

Con comunicato del 6 maggio 2022 la Commissione europea ha approvato la misura introdotta dal DL 4/2022 per le imprese del settore turistico, ovvero un  credito d’imposta sui canoni di locazione di immobili a uso non abitativo previsto, per i mesi da gennaio a marzo 2022.

Finalmente, quindi, la disposizione di Legge del DL 2/01/2022 n. 4 (DL Sostegni ter) che ha riproposto per le sole imprese operanti nel settore turistico, il credito d’imposta sui canoni di locazione di immobili a uso non abitativo, con riferimento a ciascuno dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022, diviene efficace ed utilizzabile

Si ricorda che il credito spetta a condizione che i conduttori abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento dell’anno 2022 di almeno il 50% rispetto allo stesso mese dell’anno 2019.

Occorre quindi una puntuale verifica mensile della diminuzione del 50% poiché il beneficio potrebbe spettare solo in qualcuno dei mesi interessati.
Il credito spetta nella seguente misura:
– del 60% sui canoni di locazione, leasing o concessione di immobili a uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività;
– del 30% sui canoni di contratti di servizi a prestazioni complesse comprensivi di immobili a uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività;
– del 50% sui canoni di contratti di affitto d’azienda comprensivi di immobili a uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività (trattandosi di imprese turistico-ricettive).

Si ricorda che il credito d’imposta  può essere utilizzato:
– in compensazione nel modello F24, esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate Fisconline o Entratel (non con l’home banking) , successivamente all’avvenuto pagamento del canone;
– utilizzato in detrazione dalle imposte  nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa;

A seguito dell’autorizzazione europea, quindi, i soggetti che abbiano maturato il diritto al credito d’imposta per i primi tre mesi del 2022 potranno ora cominciare a compensarlo in F24.

Il codice da utilizzare nel modello F24 dovrebbe essere  il  6920,  già utilizzato per i precedenti crediti di imposta locazioni,  ma su questo è necessaria una conferma ufficiale da parte dell’Agenzia delle Entrate.

© Copyright © - Evolve Stp » Professionisti per passione