Il Superbonus 110% si applica anche a tutti gli altri interventi di riqualificazione energetica, cosiddetti “trainati“, a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi “trainanti” (ne parliamo qui).

La detrazione spetta quindi anche per questi altri interventi di risparmio energetico, ma sempre nel limite di spesa che il legislatore ha individuato con riferimento per ciascun tipo di intervento. E’ stabilito un importo massimo di detrazione che, in base all’aliquota specifica, si trasforma in un limite massimo di spesa con riferimento all’aliquota del 110%.

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre chiarito (con la circolare n.24/E/2020), che anche per gli interventi “trainati” la detrazione del 110% deve essere ripartita in 5 quote annuali di pari importo, allo stesso modo che degli interventi principali.

Gli interventi “trainati” possibili sono numerosi e sono stati costantemente implementati dalla normativa.

Le tipologie di intervento, l’importo massimo di detrazione e il conseguente limite di spesa con aliquota del 110% sono così schematizzate:

  • interventi di riqualificazione globale energetica degli edifici:  impianti di cogenerazione, trigenerazione, allaccio alla rete di teleriscaldamento, collettori solari termici,
    • importo massimo detraibile: 100.000,00 €;
      • limite di spesa su 110% : 90.909,09 €;
  • riduzione della trasmittanza termica delle pareti opache orizzontali e verticali: isolamento termico della pavimentazione; sostituzione di vetri e infissi;
    • importo massimo detraibile: 60.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 54.545,45 €;
  • installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda:
    • importo massimo detraibile: 60.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 54.545,45 €;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaia a condensazione o pompa di calore ad alta efficienza energetica:
    • importo massimo detraibile: 30.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 27.272,27 €;
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria:
    • importo massimo detraibile: 30.000 €;
      • limite di spesa su 110%: 27.272,27 €;
  • acquisto e posa in opera di schermature solari:
    • importo massimo detraibile: 60.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 54.545,45 €;
  • acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili:
    • importo massimo detraibile: 30.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 27.272,72 €;
  • acquisto, installazione e posa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative che garantiscono un funzionamento efficiente degli impianti, dotati di specifiche caratteristiche:
    • importo massimo detraibile: nessuno;
    • limite di spesa su 110%: 65% della spesa;
  • interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia:
    • importo massimo detraibile: 30.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 27.272,27 €;
  • acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti:
    • importo massimo detraibile: 100.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 90.909,09 €;
  • acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione:
    • importo massimo detraibile: 30.000,00 €;
      • limite di spesa su 110%: 27.272,27 €;
  • interventi su parti comuni di edifici condominiali per i quali spetta la detrazione del 70% o 75%:
    • importo massimo detraibile: nessuno;
      • limite di spesa massimo complessivo: 40.000,00 €;
  • interventi su parti comuni di edifici condominiali per i quali spetta la detrazione dell’80% o 85%:
    • importo massimo detraibile: nessuno;
      • limite di spesa massimo complessivo: 136.000,00 €;

Per l’installazione di pannelli fotovoltaici e dei sistemi di accumulo, la detrazione del 110% spetta se, oltre ad essere stata eseguita congiuntamente a uno degli interventi trainanti del Superbonus (Ecobonus o Sismabonus), l’energia non auto-consumata è ceduta al G.S.E. (Gestore dei Servizi Elettrici).

Per l’installazione di colonnine di ricarica dei veicoli elettrici, invece, la detrazione spetta nella misura maggiorata del 110% solo se effettuato congiuntamente a uno degli interventi di riqualificazione energetica, quindi Ecobonus (la detrazione non spetta in caso di Sismabonus). in questo caso, l’importo massimo detraibile è di euro 2.000,00 per gli edifici unifamiliari o per edifici plurifamiliari indipendenti. Per i medesimi soggetti l’importo scende ad euro 1.500,00 € per l’installazione fino ad 8 colonnine; scende a 1.200 euro per l’installazione superiore ad 8 colonnine;

Per maggiori informazioni, visita la nostra brochure o contatta i nostri uffici per ricevere una consulenza personalizzata.

 

 

© Copyright © - Evolve Stp » Professionisti per passione