Con il Decreto Agosto viene riproposta anche per l’anno 2020 la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni. La nuova formulazione è caratterizzata da flessibilità e convenienza e desta particolare interesse.

La nuova rivalutazione si caratterizza per versatilità e convenienza: chiaro appare l’intento del legislatore di voler facilitare  ed agevolare la patrimonializzazione delle aziende  a costi molto contenuti.

I beni aziendali (purché iscritti nel bilancio in corso alla data del 31 dicembre 2019) e le partecipazioni possono essere rivalutate in sede di redazione del bilancio 2020.

La rivalutazione potrà essere solo civilistica (gratuita) oppure avere rilevanza fiscale ai fini degli ammortamenti e delle plusvalenze corrispondendo un’imposta sostitutiva del 3%.

Considerando che le precedenti leggi di rivalutazione prevedevano imposte sostitutive del 12% appare evidente la necessità di valutare con attenzione questa possibilità.

Particolare interesse ha poi l’agevolazione prevista per i soggetti che operano nel settore alberghiero e termale che è completamente gratuita, e quindi senza versamento di nessuna imposta sostitutiva, è di fatto una agevolazione importante  per il settore.

Per ulteriori informazioni: info@evolvestp.it

 

 

© Copyright © - Evolve Stp » Professionisti per passione